Nove anni di Fuoco di Ars

Carissimi padrini e amici del Fuoco di Ars,

il prossimo 8 giugno festeggeremo nove anni di esistenza e desidero approfittare di questa bella ricorrenza per ringraziare ognuno di voi con tutto il mio cuore per la pazienza che avete dimostrato nei miei confronti, la vostra buona volontà e, soprattutto, per aver accolto l’invito a pregare con me per la Chiesa e per i suoi ministri.

Riconosco che questi sono stati anni molto difficili, in cui sono venuti a galla tanti scandali. Gli orribili abusi perpetrati per mano di sacerdoti non solo hanno provocato un dolore indicibile alle vittime e le loro famiglie, ma hanno ferito profondamente la stessa Chiesa. Oggi più che mai possiamo piangere come fece San Francesco nel bosco per l’amore di Dio non amato!

Ma proprio per questo il nostro ministero di intercessione è davvero prezioso agli occhi di Gesù. Le nostre offerte di riparazione sono importantissime per rendere più forte e luminosa la Chiesa e servono a consolare il Signore!

Da nove anni stiamo accompagnando spiritualmente un grandissimo numero di sacerdoti. A volte siamo stati in grado di offrire pochissimo per loro: un breve pensiero, una semplice giaculatoria, un Ave Maria o la sola preghierina di Santa Teresina. A volte siamo stati invece in grado di fare un tantino di più e abbiamo dedicato per la loro santificazione interi Rosari, novene, sante Messe o tante ore davanti a Gesù Eucaristia.

Quello che mi preme dirvi e che, per quanto mi riguarda, non è tanto importante quanto a lungo preghiamo per loro o con quale assiduità. E’ vero, l’ideale sarebbe che fossimo fedeli alla nostra intercessione quotidiana; ma siamo umani e a volte anche il ritmo frenetico delle nostre vite non ci aiuta a essere perseveranti. Santa Teresina diceva che “Gesù non guarda tanto alla grandezza delle azioni, e neppure alla loro difficoltà, ma all’amore che fa compiere questi atti.” Per questo vi ripeto sempre che quello che conta davvero è che quando affidiamo i nostri figliocci a Gesù, anche se in maniera molto semplice, lo facciamo con tantissimo amore.

E poi, voi non potete immaginare quanto siano importanti anche le più piccole gocce d’amore per i sacerdoti!

Ogni volta che mi reco in preghiera davanti a Gesù Eucaristia mi ricordo di voi e ringrazio il buon Dio di avermi dato la gioia di incontrarvi.

In questi ultimi tempi sto pregando tantissimo la Madonna affinché ci prenda per mano e ci insegni a vivere bene il nostro ministero di padrini e madrine spirituali. Il suo silenzio contemplativo ci sia di esempio e ci aiuti a frenare la nostra lingua e a non cedere alla tentazione di unirci a coloro che  non risparmiano occasione per criticare e sparlare dei suoi ministri, soprattutto del Papa. Il giudizio appartiene solo a Dio e a noi il compito di aiutarli a diventare santi!

Chiediamo a Maria di rendere puri i nostri cuori e di permetterci di guardare con i suoi occhi pieni di tenerezza i seminaristi, diaconi, sacerdoti, vescovi, cardinali e lo stesso Papa che il Signore ha affidato alle nostre preghiere.

Invochiamo sempre di più lo Spirito Santo sulla nostra Chiesa affinché ci sia sempre più unità, concordia e santità.

Vieni Spirito Santo sulla tua Chiesa per Maria!

Di nuovo grazie, grazie, grazie e che i il Signore vi benedica.

Uniti in Gesù e in Maria
Ursula – Il Fuoco di Ars

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.